Arbeitsgruppe Neue kirchliche Bewegungen | 13.02.2014


15.12.2014

100 Jahre Schönstatt-Feier in Schönstatt und Rom


Movimenti ecclesiali

Arbeitsgruppe Neue kirchliche Bewegungen | 13.02.2014

Movimenti ecclesiali

La Chiesa è da sempre in movimento. Ogni sua epoca ha cercato e cerca di riscoprire e valorizzare il Vangelo per annunciarlo. In posti e modi molto diversi tra di loro. Perché allora non prendere l'immagine sportiva della gamba d'appoggio e della gamba libera, che si avvicendano e si completano anche nella storia della Chiesa?

La gamba d'appoggio la troviamo nella struttura della Chiesa, con le sue parrocchie e diocesi su fino al livello della Chiesa universale. Questa struttura di base assicura l'universalità della Chiesa e la fedeltà al messaggio originario di Gesù Cristo; garantisce l'apertura verso tutti gli uomini e permette di recare testimonianza in tutte le parti del mondo; nel contempo protegge le radici locali delle Chiese particolari.

La gamba libera completa la gamba d'appoggio. La Chiesa ha sempre conosciuto forme diverse in cui esprimere l'attualità del Vangelo: per esempio le fondazioni monastiche, che hanno dato un impulso formidabile alla Chiesa e al mondo; gli ordini mendicanti del Medioevo, i missionari, i vari movimenti laici, biblici, liturgici, femminili (ecumenici o propriamente ecclesiali), carismatici, e ancora associazioni, gruppi, comunità e famiglie spirituali. Tutti fanno parte della gamba libera, "fantasia del gioco" nella Chiesa.

Se qualche tempo fa si cercò di circoscrivere con criteri ben definiti i movimenti ecclesiali (anno di fondazione, orientamento confessionale, sociale e organizzativo, tipo di riconoscimento ufficiale da parte della Chiesa...), oggi siamo confrontati ad una panoplia di "rinascite" nella Chiesa che non ci permettono di ridurre tutto a definizioni univoche. E' meglio vedere i movimenti non tanto a partire dalla loro struttura o forma, ma piuttosto dalla loro maniera di evangelizzare: sono realtà vivificanti dello Spirito che guida la Chiesa. C'è movimento allorquando uomini e donne rispondono agli interrogativi e alle sfide del tempo attingendo assieme alla fede. I movimenti ecclesiali sono ponti di vita che la fede getta al mondo di oggi. Vari e numerosi quanto è vario il mondo.

In tale contesto il Gruppo di lavoro "Nuovi movimenti ecclesiali" della Conferenza dei vescovi svizzeri si prefigge di segnalare le esperienze e i desideri espressi dai movimenti riconosciuti dalla Chiesa, coglierne la sensibilità per il mondo attuale, ricco di sfide, e offrire un modesto contributo perché il gioco di gamba d'appoggio e di gamba libera riesca a puntino.